Avvento minimo

oh-comePrendo spunto dall’ultima edizione di Quartzy, la newsletter settimana “alternativa” di Quartz (fortemente consigliata, tra parentesi), dove si parla di gratitudine e di come tenere una sorta di “diario della felicità”, dove appuntare le (piccole) cose che ogni giorno ci danno gioia, contribuisca al nostro benessere (lo dice la scienza, eh).
E prendo spunto anche dal fatto che sì, ci siamo, il Natale incombe; e tutti/molti siti propongono un calendario dell’avvento più o meno personalizzato.

Io come sapete non amo moltissimo il Natale: ma quest’anno voglio fare uno sforzo per non farmi prendere dalla solita ansia/angoscia/sgrunfo.
Vi faccio una proposta semplicissima (e non particolarmente originale!): ogni giorno, da oggi fino a Natale, scrivere una cosa che ci rende felici o per la quale siamo grati, piccola o grande non importa. E, se volete, condividerla in giro per il Web con l’hashtag #avventominimo.

Tutto qui. Può trattarsi del fatto che avete finalmente trovato la casa dei vostri sogni dopo mesi o anni di ricerche, o del cioccolatino che vi siete concessi con il caffè.

A voi decidere se utilizzare carta e penna, oppure un’alternativa digitale: su Pinterest trovate (ovviamente) moltissime idee per entrambe le alternative. Non mancano nemmeno le app, come questa o questa.
Io penso che mi butterò sia sul fisico che sul digitale: il foglio/lavagna che abbiamo piazzato in camera di fronte al letto, e Instagram, che si presta.

A fine mese, ci rivediamo con un post di riepilogo dove raccoglierò tutte le “gratitudini” più belle tra quelle pubblicate (o, al limite, solo le mie ;)), e vi dirò se l’esperimento anti-sgrunfo ha funzionato oppure no (!).

Spero che vorrete essere dei nostri e vi auguro un meraviglioso mese di dicembre, scintillante di piccole e grandi gioie. Ci vediamo su Facebook, su Twitter, su Instagram o dove volete. A presto!

minimo è anche su Facebook e su Twitter

4 thoughts on “Avvento minimo

  1. Lo farò anch’io anche quest’anno, il calendario a colpi di gratitudine insieme ai bimbi.
    E lo farò cartaceo, perché i grazie li voglio scritti su carta perché il ticchettio delle dita sulla tastiera non è pari al piacere di quei 5 minuti di meditazione con matita e colori in mano.
    Ecco, magari ne farò un riepilogo a fine mese, o ad anno nuovo, per ricordare che c’è sempre un motivo per cui essere grati e che è bello farlo non solo a Natale.
    Grazie per la preziosa occasione di riflessione 🙂

  2. La trovo una splendida idea.
    Lo farò anch’io. Anch’io su carta.
    Sono già indietro di un giorno, ma so già di cosa essere grata per oggi e ieri.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CommentLuv badge