minsgame, giorno 28

#minsgame4Per le regole del “gioco”, andate qui

Per condividere il vostro #minsgame, venite a fare due chiacchiere su Facebook oppure utilizzate l’hashtag su Instagram, Twitter, Pinterest…

Quarta e ultima settimana: 175 oggetti, che si sommano ai 28 della prima settimana, ai 77 della seconda e ai 126 della terza, per un totale di 406 per ogni partecipante.
Sembra ieri che abbiamo iniziato, quasi per caso e sicuramente “per gioco”, e invece è passato un mese, siamo arrivati alla fine e abbiamo eliminato una quantità ENORME di superfluo. Il numero ovviamente era solo indicativo: ma c’è anche chi ha eliminato una quantità di oggetti molto superiore. Davvero complimenti a tutti voi, e un grazie enorme per aver reso questo minsgame un successo altrettanto enorme.

E adesso? 🙂

Come vi sentite? Più leggeri, più… felici? La casa vi sembra abbia un altro aspetto? Avvertite un improvviso impulso a fare le pulizie (è un classico, sappiatelo)?

Avete fatta piazza pulita più di superfluo “fisico” o “emotivo”? Più oggetti arrivati a fine vita che tenevate “non so bene perché”, e bastava guardarli con occhi diversi per rendersene conto; oppure ricordi-fotografie-ricevute-cartoline, che tenevate “so benissimo perché”?
C’è una categoria di oggetti preponderante (abbigliamento ad esempio, o documenti) tra quelli che avete eliminato? E ce n’è una che vi ha messo in particolare difficoltà? Ci sono oggetti che avete tenuto pur consapevoli che non vi servono (“poi ci penso”)?
Siete riusciti a donare/vendere/riciclare in qualche modo il vostro superfluo “utile”, o avete dovuto rinunciare e fargli prendere la strada del cassonetto?

Forse più importante: se vi siete fermati dopo qualche giorno o dopo una settimana, cos’è che vi ha bloccato? 

Io, come ho già detto nelle scorse settimane, ho trovato il minsgame fin troppo facile, e avrei detto il contrario. Molte cose erano sopravvissute a diversi turni di decluttering precedenti (yay for me), altre semplicemente si erano accumulate. Dopo la prima settimana, però, non sono stata molto diligente per quanto riguarda le foto quotidiane; se devo dirvi la verità, tutto quello spreco mi metteva addosso un tale nervoso che preferivo “archiviarlo” e basta…
Mi rendo conto che l’apparenza inganna. Che il mio superfluo si accumulava “lontano dagli occhi”, nei cassetti, negli armadi a muro, oppure sul terrazzo, ovviamente poco utilizzato durante la stagione fredda. E infatti in casa poco è cambiato, “a vista”. Ma la differenza c’è, eccome.
E tutto questo senza aver neanche aperto la cabina armadio…

In realtà alla fine del mese mancano due giorni. Potete continuare con il giorno 29 e 30, ovviamente; oppure, se vi va, partecipare a un altro piccolo gioco, uguale e opposto: fotografate e condividete un oggetto al quale non rinuncereste mai. Qualcosa che vi rende la vita migliore, più bella, più facile. Qualcosa che vi dà gioia, tanto per fare una citazione originale.
In fondo fare decluttering non serve (solo) per eliminare il superfluo, ma (anche, soprattutto) per selezionare quello che conta. E non parlo solo di cose.

Ancora grazie a tutti voi!

minimo è anche su Facebook e su Twitter

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CommentLuv badge