minsgame, giorno 7

#minsgame_pic
Per le regole del “gioco”, andate qui

Per condividere il vostro #minsgame, venite a fare due chiacchiere su Facebook oppure utilizzate l’hashtag su Instagram, Twitter, Pinterest…

Se le mie ben note capacità matematiche non mi ingannano, in questi primi sette giorni di #minsgame abbiamo eliminato 28 oggetti: se avessimo partecipato anche solo in 10 (ma in realtà siamo ben di più. A proposito, grazie a tutti!), il totale sarebbe di 280 oggetti riciclati, regalati, venduti o, come ultima spiaggia, buttati.
E dato che, alla fine della prossima settimana, questo numero a 77 per ogni partecipante: 77+28 = 105*10 = 1050 (MILLE.E.CINQUANTA)

Due riflessioni

UNO
Vi scrivevo inizialmente che questo piccolo gioco poteva servire ai neofiti del decluttering come occasione per cominciare, e agli altri per verificare quanto bene fossero andati i “turni” di decluttering precedenti.

Io (ILLUSA!) mi aspettavo di ricadere nel secondo caso, quasi di fare fatica per trovare qualcosa da eliminare. Invece, fin dal primissimo giorno: piatti in soprannumero che stazionavano in dispensa da non so quanto; un borsellino dal gusto decisamente discutibile (per non dire proprio orrendo) regalatomi a Natale (!) in un negozio; una scatola di legno vuota (!) che troneggiava sulle mensole in terrazza, il ceppo portacoltelli dal quale abbiamo tolto i coltelli mesi fa…

“Escono dalle fottute pareti”. E si riproducono alla velocità della luce. Sì, esattamente come Alien.

DUE
Domanda ricorrente sul gruppo a commento della foto con gli oggetti del giorno: “Ma perchè”.
Perché tenevo in casa tazzine sbreccate, calze spaiate, cosmetici scaduti, capi di abbigliamento mai messi perché troppo grandi o troppo piccoli, e mille altre cose che semplicemente non c’entrano con casa mia, non mi piacciono, non mi sono utili, non mi danno nulla  (“non provocano gioia”, direbbe Marie Kondo)?
La risposta? Secondo Leo Babauta, è questa. Secondo me ci ha azzeccato.

Piccola nota “tecnica”: vale ovviamente anche il decluttering virtuale, secondo l’equivalenza 500 MB di spazio = 1 oggetto (che ho stabilito io in modo completamente arbitrario…).

Da ultimo, ma assolutamente non in ordine di importanza, un’iniziativa bella bellissima dell’Ospedale Niguarda di Milano: se il vostro decluttering include libri e fumetti, potete liberarvene sapendo che andranno ad “alleggerire” l’attesa (e non solo) dei pazienti oncologici. Grazie a Stefania per la segnalazione.

Happy decluttering e grazie a tutti quelli che stanno partecipando. Stiamo eliminando una quantità di oggetti enorme, quindi: complimenti a tutti noi, e ci vediamo tra una settimana!

minimo è anche su Facebook e su Twitter

2 thoughts on “minsgame, giorno 7

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CommentLuv badge