leaving on a jet plane

ESTAVi lascio un post al volo “rubato” a una settimana veramente intensa (mi sa che questa volta ho davvero esagerato…), per salutarvi.

Se tutto va bene (incrociamo le dita!), mentre mi leggete sarò all’aeroporto o già in volo per NYC, dove ci aspettano un bell’appartamento sulla 111° e due gatti. Questa volta con Homelink ci siamo davvero superati: New York è un po’ il Santo Graal dello scambio casa 😉

Come potete immaginare non so esattamente se e quanto pubblicherò nelle prossime due settimane, anche se sono certa che gli spunti non mi mancheranno, anzi: sicuramente non mi farò mancare una visita qui, ad esempio. Naturalmente sarà raggiungibile tramite i soliti canali, tenete solo conto che la rapidità delle risposte sarà relativa, anche per questioni di fuso.

Vi lascio
– ricordandovi che su Scoop trovate un po’ di link (spero) interessanti su vari temi di cui parliamo qui su minimo;*
– con un consiglio di lettura estemporaneo: è vero che il prezzo è sopra la media degli ebook come questo, ma vi assicuro che ne vale la pena.

Last but not least, il mio iMac (27′, CPU 3.06 Core 2 Duo, 10 GB di RAM, late 2009 – trovate qui tutte le specifiche), è in vendita. È ovviamente perfetto, con la confezione originale e tenuto come potete immaginarvi da una quasi-OCD come me (!).
Il tutto è da rimandare a dopo il nostro rientro, ma intanto mi porto avanti; se qualcuno fosse interessato, sapete dove trovarmi.

A presto e un abbraccio a tutti!

*EDIT: a dicembre 2015 scoop è stato sostituito da Flipboard

minimo è anche su Facebook e su Twitter

4 thoughts on “leaving on a jet plane

  1. Pingback: NYC (I) | minimo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CommentLuv badge