Vacanze al tempo della crisi

Apparentemente, quest’estate solo il 66% degli italiani andrà in vacanza (dal 79% del 2009), con una flessione sia della spesa media per le ferie che della loro durata (solo poco più del 30% dei vacanzieri riuscirà a permettersi quella che una volta era la “classica” settimana di vacanza). Agosto e il mare restano al top delle preferenze, ma aumentano (pare) quelli che vanno in vacanza a settembre e che restano in Italia (la Puglia parrebbe una meta gettonata, ma secondo Tripadvisor vince la Toscana), magari ospiti di amici e parenti, anziché spostarsi all’estero.

Aumentano anche gli italiani che scelgono gli alberghi a due stelle, il campeggio, il fai da te nell’organizzazione del viaggio, e i pasti cucinati anziché consumati fuori: insomma, si fa di necessità virtù. Anche perché la stessa vacanza, fatta oggi, costa di più rispetto al 2011 (ma stiamo parlando di Ferragosto… e lasciatemi dire che partire a Ferragosto è veramente andarsela a cercare).
“Partire” però ha smesso di essere sinonimo di “staccare”: un terzo dei vacanzieri avrà con sé computer, smartphone etc, e dichiara di non volersi dimenticare di posta elettronica, social network e compagnia bella (!).

Considerazione ovvia: “vacanza” e “partenza” non sono sinonimi. Però ho pensato che potesse essere interessante fare un piccolo sondaggio tutto nostro al riguardo. Il campione sarà limitato, ma intanto ci saremo fatti un’idea… Eccovi allora una serie di domande.
La prima è abbastanza auto-esplicativa: se andrete in vacanza e, se sì, quale formula sceglierete.
Per chi in vacanza ci andrà, la seconda e la terza domanda si riferiscono al periodo scelto per partire e alla sua durata. Se vi muoverete in più periodi diversi, considerate la vacanza più lunga per la prima domanda e il totale dei giorni trascorsi lontano da casa per la seconda.
Quarta domanda: su quali considerazioni si è basata principalmente la vostra decisione di non partire? Economiche, di lavoro (nel senso che non potete prendere ferie o, come me, preferite lavorare d’estate e rimandare le vacanze a un altro momento), famigliari/personali?
Per chi parte, quali fattori hanno determinato la vostra scelta, in termini di periodo e località: siete andati alla ricerca di un’offerta particolarmente vantaggiosa; avete privilegiato la soluzione più adatta per le vostre particolari esigenze famigliari o personali (esempio classico: avete optato per il tipo di vacanza che vi sembrava più adatto per il vostro bimbo); avevate dei vincoli lavorativi rigidi, come un periodo di ferie obbligate, e avete dovuto adeguarvi; o semplicemente volevate andare proprio “lì” a prescindere da tutto il resto?
Last but not least: quale sarà il vostro budget, inteso come budget dell’intera vacanza per l’intero nucleo famigliare (che siate single, una coppia o abbiate uno o più figli)? La valenza statistica delle risposte sarà ovviamente molto limitata, ma è giusto per farci un’idea.

Ovviamente le risposte sono anonime. Non ho impostato una scadenza, ma mi riservo di tirare qualche conclusione magari tra un mese o giù di lì, e poi di riparlarne alla fine dell’estate.

Cosa faremo io e Marco: da liberi professionisti, preferiamo (io in particolare), lavorare durante l’estate e poi partire da settembre in poi, quando prezzi e affollamento calano. Non siamo amanti del mare né della classica vacanza “di tutto riposo”, preferiamo la montagna e le escursioni (magari con un bel centro benessere a portata di mano), e/o una località dove possiamo andarcene in giro e vedere cose nuove.

Ciò non toglie che, da quando abbiamo scoperto lo scambio casa, riusciamo a partire per qualche giorno anche nei periodi canonici: siamo stati nelle Fiandre, a Bruxelles, a Roma, in California in giugno… e quest’anno ci aspetta una bella casa in centro a Venezia (anche noi rimarremo in Italia!), per una decina di giorni a partire dalla fine di luglio. Se state per dire che agosto non è il momento ideale per visitare Venezia, avete ragione, ma l’occasione era ghiotta; in ogni caso la nostra non sarà una vera vacanza (io lavorerò di sicuro, almeno part-time), ma più una scusa per cambiare aria e provare a vivere non da turisti una delle città più turistiche del mondo.
Il budget sarà minimo, come sempre quando partiamo con Homelink:
a) viaggio A/R in treno: 84€ (grazie anche a un’ottima offerta per la tratta Milano-Venezia sul FrecciaBianca, che ci costerà solo 9€ a testa)
b) le spese per il vitto, limitate per quanto possibile tenendo presente che avremo a disposizione una cucina e… i suggerimenti della padrona di casa su dove fare spesa. Diciamo al massimo 300€ tenendoci (molto) larghi, inclusi il giorno della partenza e dell’arrivo
c) circa 50€ per il cat-sitting dei nostri gatti (l’homelinker veneziana non verrà a casa nostra)

Totale: poco più di 400€ per passare 10 giorni a Venezia in altissima stagione. Mica male, no? 🙂

E se viaggerete, fatelo in leggerezza
Aspetto i vostri commenti e (se vorrete) le vostre risposte al sondaggio. Buon fine settimana a tutti!

Vacanze 2012: e voi cosa farete?

  • Andrò in albergo/villaggio turistico (21%, 14 Votes)
  • Andrò in appartamento (18%, 12 Votes)
  • Resterò a casa (non abito in una zona turistica) (15%, 10 Votes)
  • Resterò a casa (abito in una zona turistica) (14%, 9 Votes)
  • Sarò ospite di amici/parenti (11%, 7 Votes)
  • Sfrutterò una seconda casa di proprietà (11%, 7 Votes)
  • Andrò in campeggio (8%, 5 Votes)
  • Farò scambio casa (3%, 2 Votes)

Totale votanti: 66

Loading ... Loading ...

Vacanze 2012 sì: durata

  • da 1 a 2 settimane (46%, 23 Votes)
  • 2 settimane o più (28%, 14 Votes)
  • 1 settimana (16%, 8 Votes)
  • meno di 1 settimana (10%, 5 Votes)

Totale votanti: 50

Loading ... Loading ...

Vacanze 2012 sì: periodo

  • Agosto (42%, 21 Votes)
  • Luglio (28%, 14 Votes)
  • Giugno (14%, 7 Votes)
  • Settembre (12%, 6 Votes)
  • Andrò in vacanza più avanti (4%, 2 Votes)

Totale votanti: 50

Loading ... Loading ...

Vacanze 2012 no: considerazioni sulle quali si è basata la vostra decisione

  • Famigliari/personali (39%, 15 Votes)
  • Economiche (26%, 10 Votes)
  • Legate al lavoro (21%, 8 Votes)
  • Altro (13%, 5 Votes)

Totale votanti: 38

Loading ... Loading ...

Vacanze 2012 sì: considerazioni sulle quali si è basata la vostra scelta

  • Lavorative (periodo di ferie obbligato etc.) (32%, 14 Votes)
  • Famigliari (località/periodo adatto per bambini etc.) (27%, 12 Votes)
  • Economiche (offerte etc.) (20%, 9 Votes)
  • Altro (11%, 5 Votes)
  • Desiderio di visitare una determinata località (9%, 4 Votes)

Totale votanti: 44

Loading ... Loading ...

Vacanze 2012: quanto spenderete in media?

  • Da 100 a 500 € (40%, 20 Votes)
  • Da 500 a 1000 € (24%, 12 Votes)
  • Da 1000 a 1500 € (14%, 7 Votes)
  • 2000 € e oltre (14%, 7 Votes)
  • 0 (non andrò in vacanza) (8%, 4 Votes)

Totale votanti: 50

Loading ... Loading ...
[EDIT del 23/06: oggi Repubblica pubblica nuove statistiche, secondo le quali la percentuale di italiani che andrà in vacanza è del 46%, anziché del 66%. Un bel calo… Mah]
minimo è anche su Facebook e su Twitter

50 thoughts on “Vacanze al tempo della crisi

  1. L’unico motivo per cui si va via quest’estate (via nel senso di all’estero) è che il fianzè è relatore in un congresso a Tessalonica. Per il resto, sfruttiamo amici e parenti e roulotte sul Garda…

    Il nostro vizio resta, ahimè, il cibo, perchè quando siamo in giro ci piace assaggiare le cose e mangiare bene anche fuori. L’anno scorso però, che eravamo a zonzo per la Toscana, siamo riusciti a farlo spesso e a costi contenuti, grazie a Tripadvisor (evviva le vacanze tecnologiche, con il blackberry che ti dice cosa andare a vedere nelle città e dove mangiare!)
    Stella di recente ha scritto Piccoli momenti di verità // Little moments of truth

    1. TripAdvisor SEMPRE anche noi, senza ormai saremmo persi! Prima usavamo la Routard, sempre molto affidabile in fatto di ristoranti, ma in termini di comodità l’accoppiata iPhone+app è imbattibile

  2. Sono un’impiegata precaria dal 2006 per fortuna ho la casa al mare di famiglia a Viareggio che è bellissima e piena di vita, inoltre c’è una meravigliosa spiaggia libera con alle spalle una pineta dove stare nelle ore più calde. Non ci farò solo vacanza, è un trilocale con 6 posti letto ed ho deciso di condividerla: chiedo 140€ a persona a settimana o 70€ se voglion solo il fine settimana da venerdì a domenica.

  3. Noi si va in Valtellina, mio papà ha un appartamento in affitto da un paio d’anni e lo si sfrutta lui, noi, i miei fratelli con famiglia. Ad Agosto, mannaggia, perché Entropia ha ferie solo allora. Spesa minima, un rimborso a mio papà e poco altro, affitto bici, un’oretta a cavallo… e poi vivo già in un posto così bello ma così bello che sembra d’essere sempre in ferie 🙂
    La Viareggio di Nientaffattozen m’attira non poco 🙂 (Perché niente affatto Zen, by the way?) E anche lo scambio casa, non fosse che il proprietario di casa mia è mio papà e non è per nulla d’accordo… più che altro perché vive a due metri da noi e non vuole sconosciuti in giro (“questa casa non è un albergo” continua a perseguitarmi, ammè, umpfh.) Però c’è sempre AirBNB che pare interessante 😛
    Alliandre di recente ha scritto Alliandre: RT @actainrete: Lavoro: Fassina, no ad aumento contributi per partite Iva http://t.co/1znMt9Ki

      1. Il guaio è quando per lavoro tocca passare un mese a tradurre cataloghi di costosissimi e lussuosi residence all’estero. Che Ok erano tutti al mare e non lo reggo proprio, il mare, però insomma la voglia di andare veniva ugualmente 😛
        Alliandre di recente ha scritto Alliandre: @Rog_2 eh.

  4. ho risposto ma un po’ a caso perché non c’era mai quella giusta XD
    preciso qui: sarò in vacanza a cavallo tra luglio e agosto (23-4) e farò una settimana al mare a casa di amici e una settimana low cost in rifugio sui monti Sibillini 😀
    Ho scelto i Sibillini perché quest’anno non avevo la minima voglia di sobbarcarmi lo stress di lunghi viaggi, aerei, treni e via dicendo, volevo una cosa vicino casa 🙂
    E ho avuto anche la fortuna di combinarmi bene con la settimana al mare dalla mia amica Elisa: incastro perfetto, budget rispettato e si prospetta la vacanza rilassante (anche mentalmente) di cui sento tanto il bisogno…non cedo l’ora di partire!!!
    yliharma di recente ha scritto Vita frenetica

  5. Io sono una delle fortunelle che abita in località turistica. Non altamente turistica, non la romagna and co., ma abito vicino al mare. Adoro il mare, quindi non vorrei essere in nessun altro posto al mondo.
    Sinceramente non mi è mai neanche piaciuto molto viaggiare, per me ferie = dolce far nulla.

    1. *Molto* fortunata direi. Ma è anche vero che a me non piace il mare, non piace stare in spiaggia, non piace fare il bagno. Il mio sogno è trasferirmi in Trentino 🙂

              1. Oooookkay 😀 Uhm apriamo una comune?! ahahah, Fede ha mandato un po’ di curricula (lui è fisioterapista); io non ho chances praticamente come insegnante perchè lì zero scuole private (e poi il mio tedesco è fermo a ich bin Stella). Però nel turismo ci sono ancora possibilità, mi sembra, anche se è tutto stagionale…Io mi sono innamorata di Bolzano…A stare fuori città non sono abituata, ma Bolzano è bellina assai 🙂
                Stella di recente ha scritto Piccoli momenti di verità // Little moments of truth

                    1. Tempo fa presi una decina di lezioni di tedesco e mi bastarono per confermare quella che era sempre stata la mia impressione, e cioè che si tratta di una lingua magnifica.

  6. Io in Alto Adige. C’è pure la sensazione di essere all’estero, lo statuto speciale, la comunità d’intenti nel non sopportare l’Italistan 😛
    Per non parlare dei fantastici cavallini biondi di montagna che allevano da quelle parti 🙂
    Alliandre di recente ha scritto Alliandre: @Rog_2 eh.

  7. Carino il sondaggio!
    Allora, io me ne starò a casa, una settimana a settembre. I motivi sono semplici: abbiamo comprato casa e quindi le ferie saranno dedicate a imbiancare, sistemare i muri, controllare il montaggio della cucina, traslocare…insomma, tutto meno che rilassanti!
    Però prima farò 4 giorni in moto con amici una traversata delle alpi dalla Valle d’Aosta verso sud e vediamo dove arriviamo 🙂
    E poi abbiamo un bellissimo VW Westfalia, quindi i week-end low cost sono a portata di mano 🙂
    Barbara di recente ha scritto a che punto siamo

  8. noi siamo appena tornati da una economicissima vacanza in portogallo, due settimane con macchina a noleggio per zigzagare da porto all’algarve, fuori stagione, prezzi stracciati, complice la crisi del portogallo..consigliabile

      1. Sono due paesi molto diversi. Non che li abbia girati tutti in lungo e in largo, ma ciò che ho visto mi è molto piaciuto. Il Portogallo in alcuni tratti ricorda il centro italia, con lgi ulivi e la vite e le colline; il mare a sud è meraviglioso e le città hanno un che di decadente che le rende molto affascinanti. La Spagna…l’ho vista molto poco, soprattutto le grandi città, ma ho amici cari in Spagna e quindi sono un po’ innamorata a causa loro…
        Barbara di recente ha scritto a che punto siamo

  9. Quest’anno con la mia famiglia (io, marito e 2 bimbi di 3 e 6 anni) andremo in Appennino Tosco Emiliano dove abbiamo una casa… niente mare quindi, rispetto all’anno scorso. Ovviamente, essendo casa nostra, trascorreremo la’ tutte le fine settimana e le settimane centrali di agosto. Questa scelta è stata dettata da un’esigenza di risparmiare soldi… visti i tempi incerti che stiamo vivendo.
    Complimenti per il tuo blog.

    Saluti

    Elisa

  10. Fino al 10/7 lavoriamo come pazzi (trasferte, progetti, appuntamenti…) ma poi saliamo al fresco: fino a fine luglio ci trasferiamo in Val d’Ossola fino a fine luglio, casina minuscola dei miei 50 mq di proprietà dei miei genitori. Così lavoreremo (part time!), la gnometta avrà mille cose da fare, cammineremo e staremo al fresco…non vedo l’ora (ti piacerebbe, anzi se ti ca passate a trovarci)!!
    Ad agosto andremo per due settimane in un agriturismo bio e molto economico nella campagna slovena: relax, terme, buon cibo….e pesca nei fiumi per il marito.
    Prima e dopo passeremo dai suoceri a Verona, 3/4 gg per volta ma quest’anno vOglio togliermi lo sfizio dell’opera all’arena.
    Insomma….un’estate da raminghi ma davvero low cost! 😉

          1. ecccerto che me lo ricordo…l’idea è di scriverlo proprio in altitudine: i 1300 mi portano una bella e frizzante ispirazione! 🙂

  11. io,per quest’anno, non mi muovo ovviamente…sarà la prima volta nella vita che potrò stare in Costa Azzurra in piena estate 😉 Per la verità c’è il delirio già ora,non oso pensare più avanti
    elena di recente ha scritto L’ombelico del mondo

    1. Siamo stati a Nizza con uno scambio casa due o tre anni fa a luglio… non voglio immaginare il caos più avanti…

  12. Quest’anno non andrò in vacanza.
    Sicuramente non abbiamo denaro extra per permetterci le ferie, ma sarebbe il meno: abbiamo dei risparmi e potevamo anche scegliere di partire comunque, fregandocene della congiuntura, ma essendo morto mio padre lo scorso autunno anche se ora stiamo discretamente bene una vacanza noi due sole è ancora prematura.
    Se fossimo partite, comunque, non avremmo speso più di 1000 Euro circa, e saremmo andata nel consueto luogo di villeggiatura (riviera adriatica), in Luglio (ma condivido con te l’amore per Settembre). Agosto mai e poi mai. Ci riserviamo il diletto di qualche gita di un giorno, in auto, che per quest’anno carico di impegni e di stress sarà un momento di relax sufficiente, e non ulteriormente affaticante causa preparativi.
    Denise Cecilia S. di recente ha scritto Non avvocato, ma medico.

  13. Anch’io come voi preferisco lavorare d’estate, e da maggio a settembre mi rintano in collina dove ho la fortuna di avere un rustico di famiglia con l’oliveto e l’orto (e un antenna per Internet!). Quest’anno rinunciamo al viaggio a NY che stava diventando una piacevole abitudine, per motivi economici e di ordine mentale, perché quei soldi (pochi in verità; 100 euro a testa al giorno tra volo alloggio e tutto prenotando per tempo e cercando casa con Airbnb) e soprattutto quelle energie abbiamo scelto di dedicarle a un progetto più complesso… Forse ci concederemo comunque una vacanzina a ottobre, mi piacerebbe passare una settimana in Scozia, con una macchina a noleggio, in cerca di posti dove potremmo andare a vivere un giorno (spero) non lontano.

  14. Ho risposto che non andrò in vacanza, principalmente per ragioni economiche: io e il mio ragazzo stiamo arredando casa e i soldi che volano fuori dalle tasche sono veramente tanti! Ma in parte anche per ragioni familiari su cui non mi dilungo…
    Col lavoro attuale mi tocca stare a casa nelle due settimane centrali di agosto, ovvero il periodo peggiore sotto ogni punto di vista per andare in vacanza.
    Forse starò a casa anche una settimana a settembre e spero di fare almeno qualche giorno via in quel periodo, magari alla casa in Trentino di amici.
    Ma per ora l’idea VACANZE 2012 non mi sfiora nemmeno!

    1. Brava, secondo me le vacanze in agosto (intese come partenza) sono un gigantesco no. Folla, prezzi assurdi, insomma un vero spreco.

  15. Sono un po’ in ritardo (periodo intensissimo, tempo per i blog ZERO) ma ho letto del sondaggio su Facebook e l’argomento mi attira… 🙂
    Premetto: per me e per il maritino viaggiare e’ una delle primarie ragioni di vita. Non usciamo molto quando siamo a casa, non spendiamo soldi per vestiario, accessori etc, ma almeno 3-4 viaggi brevi o lunghi in un anno li dobbiamo fare. E’ una cosa che viene da dentro e che ho fin da bambina (anche lui, se no non l’avrei sposato ehehehe).
    Premessa 2: abbiamo entrambi un posto fisso, stipendio buono, niente affitti ne’ mutui da pagare, credo che siamo tra i pochi che ancora mettono da parte un po’ di soldi ogni mese. Per cui non ci e’ sembrato necessario rinunciare alla nostra passione, anche se a breve ne dovremo spendere parecchi per casa sua… Forse siamo un po’ irresponsabili ma nemmeno troppo credo.
    Ferie obbligate ad agosto, del resto 3 settimane e mezza non ce le darebbero in nessun altro periodo dell’anno, tranne Natale-Capodanno. Viaggiamo in moto. Dopo aver fatto 10 giorni tra Albania, Kosovo e Macedonia a fine aprile, la prossima destinazione sono Georgia e Armenia, via Turchia del nord. Niente mare, ma tanti km, tanti paesini caratteristici, citta’, monasteri, paesaggi, moschee, incontri con le persone e le culture. Decisamente NON rilassante, e’ un viaggio non una vacanza. A dire il vero dopo quasi 10 anni dalla mia ultima vera vacanza ne avrei anche un po’ voglia, ma se l’anno prossimo come spero mettiamo in cantiere un bimbo avro’ tempo per fare vacanze stanziali nei prossimi anni, meglio approfittarne ora per viaggi pesanti.
    Il budget non so quanto sia, penso sui 1000-1500 a testa ma davvero non so quantificare, l’unica spesa pesante saranno il traghetto di rientro da Igoumenitsa a Bari (dobbiamo ancora prenotarlo, ma faremo solo passaggio ponte) e la benzina, per il resto dormiremo in alberghetti e ostelli e la vita nei posti dove andiamo costa poco.
    Insomma… toglietemi tutto ma non i miei viaggi!!!! 🙂

  16. Ciao, io da brava Homelinker andrò per 18 giorni a Londra in agosto a faren un dog sitter e per la spesa spero il meno possibile ma oltre al volo che ho trovato a buon prezzo partendo la mattina presto presto si sa Londra è cara, vedremo…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CommentLuv badge