Basta scuse

No excuses

“Faccio fatica, sono troppo lento, sono troppo grosso. Ho mangiato troppo a colazione. Ho mal di testa. Piove. Il mio cane sta male. Adesso non posso. Non mi sento ispirato. Poi puzzo. Sono allergico. Sono grasso. Sono magro. Fa troppo caldo. Non sono a posto. Ho la borsite, ho mal di testa. Sono distratto. Chiedo troppo a me stesso. Mi piacerebbe tanto, ma non posso. Non posso proprio. C’è il mio programma preferito. Oggi è lunedì, è martedì, è mercoledì. Non mi va, voglio fare qualcos’altro. Dopo Capodanno, la settimana prossima, magari è uno sbaglio. Ho i compiti da fare. Mi sento gonfio. Ho un appuntamento. L’allenatore mi odia. Mia madre non mi lascia. Mi faccio male facilmente. È troppo buio. Fa troppo freddo. Ho le vesciche. È pericoloso. Mi spiace, non ho la bicicletta. Non ho dormito abbastanza. Mi fa male la pancia. Non sono portato. Non voglio sembrare stravolto. Mi serve un allenatore migliore. Non mi va di farmi prendere a calci negli stinchi. Mi fa male lo stomaco. Non sono sportivo. Non voglio sudare. Ho di meglio da fare. Non voglio rallentarti. Devo proprio? Appena mi promuovono. Mi sa che per stavolta passo.

E mi fanno male i piedi.”

Per tutte le volte che ho cercato scuse. E immancabilmente le ho trovate, perché c’è sempre una scusa.

Basta scuse.

(E ovviamente non vale solo per l’attività fisica! In quali ambiti tendete a “trovare scuse”? Quali sono le scuse più creative che vi siete inventati per fare o non fare qualcosa? Siate brutalmente sinceri ;))

minimo è anche su Facebook e su Twitter

49 thoughts on “Basta scuse

    1. Perché? 🙂
      In realtà avevo scritto il solito lunghissimo post sull’attività fisica in generale… ma ho voluto essere sintetica, per una volta.

      1. perché non più tardi di ieri sono andata in crisi per il fatto di aver avuto il fiatone dopo una semplice salita, e perché non ho voglia di fare niente in questo periodo…hai ragione, tutte scuse!
        L di recente ha scritto Scelta o paura

        1. Ti rispondo con una sola parola (e per i dettagli ti rimando al famoso post lungo e noioso che pubblicherò credo la settimana prossima…): C25K. Se ci sto riuscendo io può farcela CHIUNQUE! 🙂

          1. ho letto qualche tweet in proposito, aspetto i dettagli allora!
            …e pensare che mi allenavo in palestra 4 volte a settimana e facevo 13 km di corsa tutte le domeniche…
            L di recente ha scritto Scelta o paura

  1. sono la maestra delle scuse io!!!!! XD
    quest’anno ho detto basta almeno in ambito attività fisica: dopo 4 anni che mi dico “vorrei tanto provare Wing Chun ma non ce la faccio, non mi regge il fisico, ho male alle ginocchia, non ho tempo, non ho soldi, mi faccio male, ecc ecc ecc” finalmente quest’anno ho iniziato! è bellissimo!!!!!! 🙂
    yliharma di recente ha scritto In segno di rispetto e di amore

  2. Ah ah ah 🙂 Io non mi invento scuse, dico le cose come stanno: sono pigra e non mi va di fare attivita’ fisica! Sono golosa e non mi va di rinunciare al dolcetto o alle patatine fritte. Sono stanca e non mi va di lavare i piatti. Forse sono un po’ troppo autoindulgente? 🙂
    Sab di recente ha scritto Decluttering a modo mio

  3. …no che piove, ma sono già uscita ieri, non mi interessa, c’è piripicchia che mi sta antipatica, c’è l’ora solare e mi viene sonno presto. La caduta di una party girl.
    elena di recente ha scritto Articolo1

      1. Anche io e M stavamo giusto notando l’altra sera (aperitivo in centro con coppia di amici dopo SECOLI) che siamo diventati misantropi!! C’era decisamente troppa gente in quel bar per i nostri gusti!! Preferiamo mille volte cene in 4 o massimo 6 persone, a casa di qualcuno o al massimo in pizzerie vicino casa… E’ grave?? 😛
        Sab di recente ha scritto Decluttering a modo mio

        1. Idem, anche noi preferiamo di gran lunga modalità “tranquille” (ma devo anche dire che io sono sempre stata così… vecchia dentro ;))

  4. Per la piscina: ho i capelli lunghi e servono troppi gettoni del phon per asciugarli (almeno 3 anno scorso che li avevo una spanna in meno. figurarsi adesso), devo fare la ceretta. Per il resto: i corsi sono già iniziati e io farei troppa fatica a mettermi al passo con l’allenamento che hanno gli altri.
    Marina di recente ha scritto Decluttering estremo fase 1

    1. Il problema dei capelli me lo ponevo anche io, non solo per la piscina ma in generale. Essermi rapata ha risolto anche da quel punto di vista 😉

  5. Mi faccio male facilmente! Anzi, mi sono già fatta male, più e più volte… E fa un male cane…!
    Il problema non è quando faccio, che sto benissimo, mi diverto, imparo tante cose e non vedo l’ora che sia il momento della piscina, dello sci di fondo, del pattinaggio, della presciistica, dello sci di discesa, di una lunga passeggiata, di sparar palline da tennis per aria e mai nel posto giusto eccetera eccetera…Il problema è che quando mi devo fermare, poi non mi rialzo più per mesi e mesi e mesi…qualcuno mi presta una gru?
    unarosaverde di recente ha scritto La perduta arte di sficcanasare in biblioteca

  6. così su due piedi direi che trovo mille scuse per non smettere di fumare, per non fare sport di nessun tipo e per non iscrivermi all’università (vorrei iscrivermi ad erboristeria da tipo 3 anni e puntualmente ogni estate inzia il teatrino: eh, mi piacerebbe, però è lontano, però è un impegno, però che sbattimento, e poi la cana come fa tutto il giorno se non ci siamo, e poi, e poi, e poi).
    sullo smettere di fumare effettivamente non ci sono scuse che tengono, sul resto, forse è solo che non è la mia strada. inoltre il fattore pigrizia incide parecchio 🙂

    1. Anche io vorrei iscrivermi da anni a un Master in traduzione (o meglio ancora a Mediazione linguistica), e faccio esattamente come te, con la differenza che non abbiamo un cane…
      Se aspetto ancora un po’ questa seconda laurea la prenderò a 90 anni.

  7. Sigh. E’ tutta la mattina che cerco di convincermi a fare quella maledetta mezz’ora di riscaldamento di danza.
    Okay, adesso vado!

  8. Cribbio, c’est moi.
    Quando correvo, se non c’era Entropia a trascinarmi fuori (e a farmi il terzo grado quando lui non c’era) col cavolo che uscivo.
    Ora dovevo riprendere la palestra a settembre e tra una balla e l’altra ho ripreso a ottobre.
    E settimana scorsa ho saltato causa mal di schiena, tanto non c’era nemmeno cavallo (causa del mal di schiena) perché erano a Verona.
    E stamattina avevo freddo.

    Però se domani non mi vedono in palestra ho autorizzato gli istr a massacrarmi, la volta dopo. così imparo.
    E per fortuna che sabato cavallo c’è.
    Mi salva sempre, sapere che cavallo c’è. Così sono costretta, ad andare in palestra, perché quando monto senza andarci in settimana mi faccio sempre male da qualche parte… e se smetto cavallo per più di due settimane poi quando monto di nuovo ho dolori a muscoli che non sapevo più d’avere.
    Però ogni tanto le cannonate ci vogliono lo stesso!

  9. Seeh ma io sono in prima fila però 😛
    Col cavallo non succede perché quello non è uno sport, è un male incurabile, avevo mollato solo quando m’ero rotta i cabasisi degli ostacolisti garisti; ma che mi frega con la corsa è che m’annoia da morire, se devo star lì a contare i minuti cammino/minuti corsa mi rompevo subito, per quello senza Entropia che spronava non combinavo un granché. Con musica in cuffia e in palestra, sul treadmill, invece, va molto meglio, perché vedo *quanto* corro (km, tempi, etc). Peccato che il treadmill dà fastidio alle mie ginocchia, umpfh.
    C’è da far passare la voglia a un cammello.
    Poi trovo queste cose:
    http://www.rockrunroll.it/product/13/AFRICA-RUN-WORKOUTS-Download
    e la voglia torna 🙂 🙂 🙂
    (E le ginocchia strillano, dovrò farmi vedere prima o poi così magari risolvo il problema alla radice.)
    Alliandre di recente ha scritto Corsi e ricorsi della moda

    1. Per quanto riguarda il “vedere quanto corri”, anche per quello esistono app che tracciano il percorso tramite GPS e il tuo ritmo, calcolano il dispendio calorico e si interfacciano anche con i cardio (e poi ovviamente mandano online tutti i tuoi allenamenti, se vuoi). C’è solo l’imbarazzo della scelta 🙂

      1. Lossò, lossò, ne ho pure tradotto uno 😀 (Nike+) Ma non m’andava di spendere x una roba come la corsa che poi non mi piaceva poi tanto, che correvo e sognavo cavalli, e allora non avevo nemanco l’ipod. E ora che ho l’ipod e le scarpe nike non corro più. Bella da ridere 🙂

  10. p.s. ma il C25K l’hai seguito con podcast o con l’app per iphone? Perché a sapere che funzia, il podcast, potrei pure scaricarmelo e provare a ricominciare (sono limitata, lo so, ma a me a correre mi pompa solo la colonna sonora di Spirit, e Bryan Adams in generale…), visto che la prossima primavera riprendono anche le gare di orienteering… ginocchia permettendo, as usual 🙂
    Alliandre di recente ha scritto Corsi e ricorsi della moda

  11. Una delle mie massime preferite che sembrerebbe provenire da un proverbio africano recita più o meno: “chi vuole qualcosa trova una strada, altrimenti trova una scusa”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CommentLuv badge