Post di servizio: minimo (non) è a impatto zero

Due parole per segnalarvi che da qualche giorno minimo è a impatto zero grazie a Dove Conviene, che promette di piantare un albero per ogni blog che esibisca sulla sua pagina uno dei loro bottoni. È un gesto davvero #minimo, aderire non costa niente e… 189 alberi piantati sono meglio di niente, no? 🙂 Spargete la voce!

[EDIT – 03-06-2011] minimo non è (ancora?) a impatto zero, dato che apparentemente questo post non è sufficiente perché la mia “richiesta di adesione” (?) venga “accettata” (??). Confesso che la mia prima reazione sarebbe stata scrivere una rispostaccia, ma mi riprometto di rifletterci a mente più serena. Cosa ne pensate?
Il post qui sopra vi sembra troppo misero? Soprattutto, la la richiesta di DoveConviene di aggiungere informazioni dettagliate sulla loro attività principale (che con il minimalismo non ha nulla a che fare e che riguarda l’ecologia solo tangenzialmente), vi sembra giustificata, posto che l’iniziativa è loro e che quindi qualsiasi requisito alla fine è giustificato/giustificabile, dovessero pure chiedermi di postare un video dove ballo la polka in tuta da operaio?

[EDIT II] A quanto pare le reazioni, qui e su Twitter, sono unanimi. Dato che non mi piace l’idea che siano altri a decidere cosa io debba scrivere sul mio blog, sia pure per una buona causa, ho eliminato il pulsante dalla homepage. Vorrà dire che cercherò un’alternativa 🙂 Grazie a tutti quelli che hanno commentato e mi ha danno la loro opinione!

[EDIT III] Per completezza e per correttezza, DoveConviene ha replicato al mio messaggio di rimostranze: si sono “espressi male” e affermano di richiedere solo che i blogger pubblichino un post “il più completo possibile”; citare DoveConviene non è un prerequisito e l’adesione (ma non era una “richiesta di adesione”?) resta valida anche in mancanza di tale citazione. Io rimango scettica e non intendo tornare sulla mia decisione, ma dato che almeno un’altra blogger ha seguito i miei passi ho pensato fosse atto dovuto dare conto della loro risposta.

minimo è anche su Facebook e su Twitter

11 thoughts on “Post di servizio: minimo (non) è a impatto zero

  1. Mi sembra assurdo che ti “impongano” cosa scrivere sul tuo blog. Hai descritto l’operazione, hai messo il link alla loro pagina cosa vogliono ancora?
    A me sembra esclusivamente un’operazione per portare visite alla loro pagina.
    Trova qualcun altro che pianti l’albero per te e il tuo blog sarà ad impatto zero senza sottostare ad alcunché.
    ciao

    1. Beh, mi consolo, pensavo fosse il mio caratteraccio a farmela pensare così, ma le reazioni sembrano unanimi. Direi che toglierò il pulsante e risponderò alla gentile responsabile Web marketing che… ritiro la mia richiesta di adesione 😉 Grazie per il commento!

  2. Io ho aderito, anche se nel mio post ho scritto pochino e mi sono limitata ad un pulsante nella barra laterale.
    Vedremo se mi chiederanno altro.
    L’idea di base è buona, spero non si riveli mera pubblicità.
    Un saluto.

    1. Ciao Sandra e grazie per il commento. Vedo che anche il tuo post è essenziale come il mio, quindi… boh. A me tutta la faccenda ha lasciato un certo amaro in bocca 🙁

  3. be’, è palesemente un’operazione di marketing (loro piantano un albero gratis ma in cambio tu fai pubblicità attraverso il post e il pulsante); questo l’avevo capito subito e l’ho scritto anche nel post che ho pubblicato. quello che non capisco è perché il tuo post non vada bene. ho letto altri post in cui “dove conviene” era citata ma nemmeno linkata, eppure l’adesione pare gli sia stata confermata. strano…
    tascabile di recente ha scritto Giugno- un’eco-fatica faticosissima

    1. Esattamente, anche il post di Sandra (ad esempio) mi pare sintetico come e più del mio. Se non fosse che ho il pollice nero, l’albero me lo pianterei io sul serio 😉

  4. …in ritardo come al solito, ma arrivo anch’io. A me non hanno chiesto niente del genere,ma sto pensando: non è che a chi ha un blog un bel po’ più letto del mio magari fanno le pulci? per dire, eh? non so…:-/
    elena di recente ha scritto Anchio Carbon Free

    1. Elena, ti ringrazio della considerazione, ma dubito seriamente che sia così, anche perchè ti assicuro che minimo NON da così tante visite 🙂

  5. Mmmm mi continuano a mandare email per pubblicizzare questa iniziativa(ora provo a fare il post anche io)… è marketing puro tuttavia hanno già fatto piantare 1300 alberi sono nella classifica sul portale tedesco il vero ideatore di questa iniziativa.
    Comunque sia se vuoi che il tuo blog sia impatto zero, l’albero lo puoi piantare tu direttamente o farlo piantare certificando il tutto con http://www.iplantatree.org direttamente pagando 2 o 3 euro, per un blog dovrebbe bastare un albero all’anno.
    ciao
    evilripper di recente ha scritto Pinterest un social per incrementare le vendite

    1. L’iniziativa è sicuramente lodevole, ma la modalità con cui l’hanno gestita, almeno per quanto mi riguarda, non mi è piaciuta per niente. E hai ragione sul fatto che le alternative ci sono, quindi…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CommentLuv badge